Derattizzazione Roditori, Topi, Ratti e Talpe scopriamo le specie!No ratings yet.

Topini di Campagna, Ratti,Topi e Talpe gli animali da Derattizzare

Quando parliamo di Derattizzazione, ci riferiamo a un tipo di disinfestazione specificatamente rivolta all’ordine dei >strong>Roditori (Rodentia) in generale e, più in particolare, agli appartenenti alla famiglia delle Muridae, quali il:

  • Mus domesticus (Topo comune)
  • Rattus Rattus (Ratto nero o Ratto dei tetti)
  • Rattus Norvegicus (Ratto grigio o Surmolotto)

Termine nuovo in molti vocabolari italiani, la Derattizzazione ci riporta  alla mente , dovuto alla sua radice etimologica, scene terribili di pestilenze passate, la sensazione assoluta di mancanza di igiene, sporcizia, contaminazione.

Pur essendo scomparsa la maggior parte dei pericoli dovuti alla presenza di Ratti e Roditori in genere, per lo meno nel mondo occidentale, e avendo il progresso scientifico trovato, per nostra fortuna, sempre nuove difese; chimiche, mediche, ecologiche e comportamentali, rimangono purtroppo ancora oggi,molto sentiti i gravi problemi di salute veicolati inconsapevolmente dai Roditori, oltre che i notevoli danni economici provocati dalla loro, non piacevole presenza sia nelle filiere alimentari, nell’agricoltura, come purtroppo, nella quotidianità delle nostre case.

Per avere quindi un’idea più che generale del problema, parleremo quindi di Derattizzazione, approfondendo insieme temi di biologia quali:

  • la morfologia dell’animale;
  • il suo comportamento abituale;
  • l’habitat caratteristico;
  • le preferenze alimentari;
  • i segnali che indicano la loro presenza;
  • il tipo di danni causati;
  • le malattie più comuni trasmesse;
  • i principali accorgimenti per tenerli lontani, anche in termini di bioedilizia.

E infine i metodi di Derattizzazione più attuali nel rispetto dell’ambiente e della salute umana ad oggi conosciuti e ampiamente sperimentati, i nostri consigli e indicazioni pratiche per la risoluzione definitiva del Vostro problema.

Altro argomento che deve essere affrontato quando parliamo di Derattizzazioni specialistiche,dirette cioè contro specifiche specie dannose o presunte tali, e realizzate pertanto da personale qualificato, é il problema della reintroduzione forzata, alle volte inizialmente protetta; di alcune specie non native come ad esempio; le Nutrie (Myocastor Coypus), originarie del Sudamerica,che tanti problemi e accese discussioni stanno generando in questi giorni anche tra gli utenti del web, appassionati o meno di fauna silvestre.

Parleremo dei Topini di campagna,dei Ratti, dei Topi e delle Talpe che, ormai considerati autoctoni,vivono principalmente nelle nostre case o nelle loro immediate vicinanze;della ciclicità della loro presenza che, a noi, il più delle volte appare strana, tanto da scriverne favole che a loro volta risalgono a leggende come ad esempio:il “Pifferaio di Hamelin”, fatto realmente accaduto intorno al 1400 in Germania. Attualmente questi ritorni ciclici delle invasioni di Ratti sono studiati in vari siti europei , uno fra i quali la città etrusca di Cosa, in maremma, che fu distrutta e abbandonata più volte nei secoli a causa di pestilenze portate da Topi e, al momento, soggetta da alcuni anni ad un nuovo aumento incontrollato delle popolazione di questi roditori, fatto che causa non pochi problemi agli abitanti e ai contadini della zona.

Animali come i Ghiri (Glis glis),i Moscardini (Muscardinus avellanarius), le Arvicole (Topo campagnolo), gli Istrici (Hystris cristata), tutti  appartenenti all’ordine dei Roditori, meritano anche loro un approfondimento a parte. Schivi e con un proprio caratteristico habitat naturale , si trovano sempre più spesso loro malgrado,costretti ad entrare in contatto con l’uomo, con le sue case e, purtroppo, con le sue coltivazioni.

Sarà nostro compito introdurvi in seguito nel mondo di altri animali che, pur non facendo parte dei roditori,vedi il Riccio comune (Erinaceus europeus), tra l’altro specie protetta, e la famigerata Talpa(Talpa europeae) distruttrice instancabile dei nostri giardini, affinché possiate sempre fare una scelta consapevole e ben indirizzata al momento di optare per un particolare metodo di Derattizzazione il più possibile rispettoso dell’ambiente, della salute e dell’igiene, e perché no , anche della sofferenza causata inevitabilmente agli stessi animali dei quali desideriamo liberarci.

Consultateci liberamente , approfondendo con noi gli argomenti uno ad uno. Troverete nelle nostre pagine, personale altamente qualificato e una pronta assistenza a qualsiasi problema di Derattizzazione.

 

Please rate this