Trappole per ratti

Trappole per ratti

Le infestazioni da topi sono tra le più fastidiose e pericolose che si possano verificare, il disagio provocato dalla presenza in casa dei ratti è enorme e debilitante, crea ansia, insonnia, fino a scatenare veri e propri attacchi di panico. Le preoccupazioni sono assolutamente motivate, i topi veicolano molte malattie ad alto rischio che possono portare anche alla morte nei casi più gravi.

Come eliminare i topi in casa

Nello spiacevole momento in cui ci si rende conto di essere infestati dai topiTrappole per ratti il primo pensiero è come risolvere il problema. Le soluzioni possono essere le trappole per ratti a molla, la trappola a collante, oppure le trappole che utilizzano esche vive o una trappola con esca avvelenata.
I ratti però, sono animali intelligenti e si adeguano ai vari sistemi di distruzione o allontanamento divenendo sempre più resistenti alle trappole e al veleno se non vengono utilizzati in maniera sapiente e strategica. Per poter fare questo bisogna avere un’ottima conoscenza della specie e delle sue abitudini nonché dell’utilizzo delle diverse trappole. Per questo motivo si consiglia di rivolgersi a specialisti del settore per effettuare una derattizzazione professionale definitiva mettendo in sicurezza l’uomo e gli animali domestici eventualmente presenti.

Fai da te o derattizzazione professionale

Utilizzare prodotti in commercio senza avere le giuste competenze può rivelarsi dispendioso e inutile oltre che pericoloso per chi è infestato dai topi. Soprattutto in ambienti aziendali, commerciali o in locali destinati alla ristorazione o alla produzione e stoccaggio di derrate alimentari, è necessario porre la massima attenzione alla sicurezza dei clienti e dei dipendenti, oltre alla cura dei prodotti e dei locali infestati. Il fai da te solitamente non da la sicurezza necessaria.
Inoltre è importante che vi sia un monitoraggio costante anche dopo l’intervento di derattizzazione per evitare che vi sia un ritorno di infestazione da topi che porterebbe ancora più danni della precedente in quanto l’attenzione si abbassa per la sicurezza di aver debellato il problema ratti.

Vedi anche  Escrementi di gechi e topi

Tipologie di trappole per topi

Le trappole per topi sono di diverso tipo e vanno scelte in base a vari fattori che i professionisti valuteranno dopo aver effettuato un sopralluogo sull’area infestata.
Una delle trappole più conosciute e comuni è la trappola meccanica o a scatto, la quale è creata con un semplice meccanismo a molla in cui si inserisce un’esca che attira il topo. Il roditore avvicinandosi all’esca fa scattare il meccanismo che si chiude intrappolando o uccidendo il topo. Vi sono poi delle trappole che catturano il topo vivo, si tratta di contenitori con chiusura automatica che scatta nel momento in cui il ratto entra nella scatola per mangiare l’esca che contiene. Il tipo di esca scelta dipende dalla tipologia del ratto infestante e deve essere posizionata strategicamente in modo da permettere allo sportellino di chiudersi catturando il topo.
Se si utilizzano trappole con esca è importante indossare dei guanti per maneggiare il cibo in quanto i topi sanno riconoscere l’odore degli esseri umani e non si avvicinano alla trappola.

Trappole per topi con collante

In alternativa alle trappole con esche alimentari si può optare per la trappola con collante. Questo tipo di trappola si crea utilizzando un cartone rigido o un asse su cui viene sparsa la colla per topi. La trappola può essere addizionata con cibo per attirare il topo o semplicemente posizionata sul percorso che il ratto potrebbe fare abitualmente. Per individuare il percorso basta osservare dove vi sono escrementi lasciati durante il passaggio o le soste, in ogni caso passerà sicuramente lungo le pareti e sotto i mobili. Il topo nel suo passaggio non farà troppo caso alla trappola e ci camminerà sopra rimanendo incollato fino a che non si andrà ad eliminare con tutto il sostegno utilizzato. La trappola con collante è efficace soprattutto con i topi di piccole dimensioni. Nel preparare la trappola bisogna fare attenzione a non restare appiccicati in quanto la colla è molto forte ed è difficile da togliere dalla pelle o dai vestiti, in particolare non si deve assolutamente toccare occhi e bocca con le mani o oggetti sporchi di colla per topi. Inoltre bisogna fare molta attenzione in caso di presenza di animali domestici o bambini che potrebbero andare a toccare la trappola con gravi rischi per la salute.

Vedi anche  Rimedi casalinghi contro i topi

Trappole per topi con veleno

Tra le trappole per ratti vi sono anche quelle ad esca velenosa, si tratta di trappole che utilizzano il veleno per topi sotto varie forme. Bustine, granulati, pastiglie o polvere che spesso viene unita al cibo. Le trappole con veleno a differenza delle trappole a scatto, a contenitore e con collante, non danno la sicurezza della cattura del topo. Il roditore infatti, non muore immediatamente dopo aver ingerito l’esca ma ha il tempo di spostarsi, nascondersi o tornare nella tana. In questo modo non si vedrà il corpo vivo o morto del topo che potrebbe restare all’interno del locale trattato marcendo e creando pericolo di infezioni. Inoltre con le esche avvelenate si rischia che il topo la trascini in luoghi differenti da dove era stata posta mettendo in pericolo animali domestici e bambini.
Per questo motivo l’utilizzo di questo tipo di trappole è consigliabile che sia effettuato da professionisti del settore che sanno come agire per mettere in sicurezza persone e animali debellando il problema di infestazione da topi.

Sommario
Trappole per ratti
Nome
Trappole per ratti
Descrizione
Tra le trappole per ratti vi sono anche quelle ad esca velenosa, si tratta di trappole che utilizzano il veleno per topi sotto varie forme.
Autore

Vota qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>