Riconoscere topi o ratti: le differenze 5/5 (2)

Topi e ratti sono potenziali infestatori delle nostre abitazioni e per comprendere e riconoscere le differenze tra di loro bisogna entrare nel merito delle specifiche proprietà e dei danni che questi animali provocano.

Ma qual è la differenza tra topo domestico e ratto?

Esistono tre grandi specie in tutto il pianeta di topo e ratto dannose per case e aziende e sono:

  • Il ratto nero (chiamato anche ratto del tetto o Rattus rattus );
  • Il ratto marrone (chiamato anche ratto comune o di Norvegia o Rattus norvegicus );
  • Il topolino domestico ( Mus domesticus ).
topolino domestico
Esemplare di topolino domestico.

Il topolino di campagna conta moltissime specie in tutto il mondo che sono, però, tra di loro indistinguibili. Oltre alle differenze più visibili e evidenti, come dimensioni e abitudini, tra ratti e topi domestici vi sono caratteristiche ricorrenti: gambe corte, coda lunga e coppia di incisivi nella mascella superiore.

Il topo domestico

La caratteristica più evidente che contraddistingue il topolino domestico è la sua dimensione: molto più piccolo rispetto al ratto (varia circa dai 3 ai 10 cm di lunghezza).

Anche se il topolino può essere confuso con un ratto di giovane età, presenta delle caratteristiche fisiche ben chiare:

  • Orecchie più grandi del ratto
  • Coda più lunga rispetto al corpo
  • Un ratto giovane, invece, presenta testa, piedi e coda più grandi rispetti al corpo

Il ratto

Il ratto marrone o il ratto di fogna si presenta con un corpo molto grosso, un colore chiaro sulla pancia, coda più corta delle dimensioni del copro, piccole orecchie molto pelose e dalla punta smussata. Mentre il ratto nero o il ratto dei tetti ha un corpo molto più sottile, la coda più lunga del corpo e il muso decisamente appuntito.

Differenze tra ratto e topo

I ratti sono onnivori a differenza dei topolini che mangiano cerali, inoltre, i ratti bevono molta più acqua in confronto dei topolini (3 ml al giorno sono sufficienti). I ratti marroni o di fogna in genere vivono sul terreno o in cunicoli mentre i ratti neri amano le zone litoranee e portuali. Per quel che riguarda i topolini, invece, questi amano nidificare in tane nel terreno; sono anche ottimi arrampicatori e possono percorrere superfici verticali con agilità.

 

Vota qui