I topi cosa mangiano?

I topi cosa mangiano?

I topi e i ratti sono dei mammiferi e appartengono alla famiglia dei Muridi, di cui fanno parte altri roditori come il criceto, il castoro e l’istrice. Le specie presenti nel nostro Paese sono tre: il Mus musculus, il Rattus rattus e il Rattus norvegicus. Il corpo dei topi si presenta ricoperto di pelo, ed è allungato, il naso ha peli tattili o vibrisse. Gli arti anteriori hanno solo quattro dita, quelli posteriori cinque e i piedi sono dotati di cuscinetti plantari. La coda è ricoperta di squame e non presenta peli, talvolta è persino più lunga del corpo e la sua funzione è quella di stabilire l’equilibrio. La presentazione è abbastanza chiara, mancano solo i denti incisivi e gialli che sono a crescita continua, per completare la descrizione del topo. Ci sono molte curiosità sui topi e dei miti da sfatare: i topi non sono golosi di formaggio.

Dove vivono i topi

L’uomo, inconsapevolmente, ha creato una serie di rifugi perfetti per i topi. Qualche esempio sono le discariche a cielo aperto, le reti fognarie e i cumuli di materiale delle imprese edili, a questi si aggiungono le auto lasciate ferme per molto tempo che costituiscono l’habitat naturale per i topi. La specie Rattus rattus invece trova riparo nel verde pubblico e in particolare sulle palme, sui pini e nelle siepi di pittosforo. Le sue qualità di arrampicatore gli permettono di accedere anche nelle abitazioni degli ultimi piani, basta un albero o un tubo di scolo delle acque piovane. Purtroppo i topi sono attivi a tutte le ore, ma dopo il tramonto è più facile imbattersi in un roditore. Questi animali hanno una capacità di adattamento fuori dal comune, sono capaci di cambiare le abitudini in base alla necessità e alle circostanze. Solitamente vivono in gruppi misti, la gerarchia tra i maschi è stabilita dalla capacità di accaparrarsi il cibo. Catturare un topo è molto difficile, ci sono aziende esperte che si occupano di derattizzazioni, se riuscite a prenderlo per la gola e ad allestire una trappola mortale non esitate a contattare un esperto munito di appositi D.P.I. (dispositivi di protezione individuale) che possono eliminare la carcassa in sicurezza e disinfestare la casa o la zona dove l’animale aveva libero accesso.

Vedi anche  Ratti a Venezia: in aumento le richieste di derattizzazione

I topi cosa mangiano?

I topi cosa mangiano? I topi sono onnivori e si nutrono di alimenti di origine animale e vegetale. I ratti invece soffrono di neofobia, la paura delle cose nuove, quindi sono più diffidenti e se trovano un nuovo alimento non lo toccano per molto tempo, poi lo assaggiano e se non hanno problemi lo divorano. Conoscere cosa mangiano i topi è importante per evitare di attirarli, ma è più semplice spiegare cosa non mangiano perché sono golosi. Abbiamo già anticipato che il formaggio non è uno degli alimenti amati dai topi, quindi se avete realizzato una trappola per catturarli, non ci riuscirete mai, solo n

i topi cosa mangiano

ei cartoni animati è possibile. Essendo onnivori, i topi sopravvivono a lungo, anche se non hanno molto cibo a disposizione, e questo è uno dei motivi per cui sono animali resistenti e diffusi in diversi contesti ambientali.

 

Clicca qui per richiedere un preventivo gratuito e senza impegno!

 

Prevenire infestazione di topi

Le incursioni di topi sono molto frequenti, tra gli alimenti che gradiscono di più ci sono la frutta e i dolci. Se nel magazzino, nella dispensa o nell’azienda ci sono questi alimenti oppure verdura, cereali e semi di deve prestare molta attenzione. Molto spesso leggiamo di sequestri di aziende invase da topi e di alimenti contaminati dai loro escrementi, la causa non è la scarsa pulizia ma la mancata ispezione da parte degli addetti. I topi sono come quei parenti che arrivano senza preavviso, ospiti inattesi e soprattutto sgraditi. Tra i frutti maggiormente apprezzati dai topi ci sono le banane, l’uva, il cocco, i mirtilli, le pesce e i fichi. Un palato sopraffine quello dei topi che impazziscono per le verdure croccanti. Sono roditori e quindi rosicchiano tutto ciò che trovano. L’abitudine è legata alla necessità di consumare gli incisivi che crescono di continuo. Oltre a divorare mobili, cavi e fili elettrici, i topi sgranocchiano cetrioli, broccoli, carote, cavoli, cavoletti di Bruxelles e sedano. I contesti agricoli per i topi sono un vero e proprio supermercato aperto h24, qui infatti si lavorano i cereali e i roditori sono ghiottissimi. I produttori di cereali devono controllare i silos, i centri di lavorazione e di conservazione per i semi. Avena, orzo, segale, frumento, miglio, semi di lino, semi di girasole e semi di zucca sono molto apprezzati dai topi.

Vedi anche  Morsi di topi: rischi di infezione

I topi mangiano gli insetti e la carne?

Le cose che mangiano i topi sono tantissime, una lista infinita che comprende anche gli insetti. Questi roditori sono ghiotti di coleotteri, bruchi, scarafaggi, cavallette, vermi in generale, insetti volanti e striscianti, e lumache. Nei contesti urbani inoltre si cibano di carne e di pollame che possono trovare nei nostri rifiuti. La carne preferita dei topi è quella di manzo, ma consumano anche avanzi di salsicce e hamburger. In casi estremi possono diventare anche cannibali, ma prima di mangiarsi l’un l’altro devono vivere in cattività senza cibo per molto tempo e consumano carta, cartone e colla.

I cibi preferiti dai topi

La propensione dei topi per i dolci è cosa nota, ma il loro palato sopraffine predilige il burro di arachidi, il cioccolato e i biscotti. Volete sapere perché non mangiano il formaggio? Il suo odore molto forte non è attraente per il topo, il suo olfatto è molto sviluppato, quindi è capace di fiutare gli alimenti preferiti. Il formaggio è poco appetitoso, non è dolce e nemmeno ricco di proteine.

 

 

 

Vota qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>