Ratti a Venezia: in aumento le richieste di derattizzazione 5/5 (1)

Esemplare di topo in città foto
Foto di topo delle fogne

Aumentano i ratti presenti nella città di Venezia ed è allarme igiene e salute. Contestualmente, sono sempre di più i cittadini che chiedono interventi immediati di derattizzazione non solo sul territorio comunale ma anche per vie private. Le disinfestazioni a Venezia sono cresciute a dismisura nel corso degli ultimi anni e questo perché sono tantissimi gli episodi che si sono registrati negli spazi pubblici che fanno temere per l’incolumità e la salute dei cittadini. Il numero dei ratti ad esempio, è cresciuto a dismisura. Basti pensare a quanto accaduto qualche tempo fa. I cittadini avevano presentato una petizione all’amministrazione comunale per chiedere l’avvio di derattizzazioni ordinarie perché sono stati trovati numerosi topi morti per le strade. Questo è sintomo della presenza dei ratti che è aumentato a dismisura. Addirittura nelle scorse settimane c’era stato anche il caso di una scuola che era stata invasa dalla presenza di topi. Insomma una situazione davvero incresciosa e che fa temere circa la salute la pubblica incolumità.

La derattizzazione, boom di richieste

Proprio perché attraverso le fotografie e le denunce presentate sui social sono aumentati a dismisura gli episodi testimoniati in cui i ratti si presentano in giro per la città di Venezia senza tanti problemi, sono sempre di più i cittadini che hanno richiesto delle derattizzazioni. Le raffiche di segnalazione per le emergenze ratti in varie aree cittadine fa davvero temere il peggio. Le zone in cui si trovano maggiormente i ratti sono Zattere, Santa Maria formosa, Santi Giovanni e Paole Fondamente nove. In queste aree la presenza di ratti è davvero impressionante, eppure si tratta di pieno centro storico. Oltre ai casi sporadici c’è una vera e propria emergenza ratti.

I veneziani sono convinti che la presenza dei topi sia stata causata dal problema rifiuti. Poiché per strada vengono sempre più spesso abbandonati rifiuti e talvolta anche i turisti non aiutano in questo senso, ecco che allora si vedono delle pantegane in giro e ciò accade per tutta la città. Al di là del problema estetico, ne scatta anche uno igienico. I cittadini perciò hanno presentato delle petizioni non solo al comune, ma hanno fatto delle richieste anche a delle ditte specializzate con lo scopo di ottenere derattizzazioni immediate e cercare di proteggere le proprie famiglie dalla presenza di questi animali. I ratti infatti sono molto pericolosi per la salute degli esseri umani e sono portatori di varie malattie. Qualora si avvistasse un topo nei pressi della propria casa, è bene agire immediatamente in maniera netta e decisa.

Vota qui

Derattizzazione: attrezzature adeguate e nel pieno rispetto delle norme

In Italia le specie di ratti che possono entrare ripartimentale in contatto con l’uomo sono i topi “antropizzati”. Stiamo parlando delle specie denominate Mus musculus, Rattus rattus e il Rattus norvegicus.

Fortunatamente i nostri tecnici specializzati adottano attrezzature specifiche e sostanze certificate che hanno un basso impatto ambientale. Il nostro servizio si avvale delle migliori conoscenze e tecniche scientifiche per combattere il prolificare di topi nelle vostre case.

Basso impatto ambientale

Un esempio pratico di intervento a bassissimo impatto ambientale sono le trappole multicattura. Con le trappole, infatti, si fa leva esclusivamente sul comportamento dei topi che, attraverso i loro movimenti, costeggiano le pareti della casa e irresponsabilmente si infilano nelle trappole rimandone vittime.

Altro intervento della nostra azienda a basso impatto ambientale sono le carte collanti atossiche. Queste sono dei cartoncini di piccole dimensioni (più o meno dellla grandezza di una cartolina) con della colla sulla parte superiore che immobilizzano i topi e i ratti che, per sbaglio, si posano sopra o li attraversano.

L’impiego delle carte collanti atossiche è un ottimo modo per capire la titrappola multicattura per ratti pologia di infestazione che si sta propagando e quali via di accesso i topi stanno attraversando per entrare nelle vostre abitazioni.

Nella bonifica ambientale i risultati più importanti vengono raggiunti solo mescolando il massimo rispetto delle normative ecologiche e la totale professionalità, con l’aggiunta di una buona conoscenza della biologia dell’organismo infestante. Per questo la nostra azienda è specializzata ed esperta nel campo della derattizzazione.

Una buona derattizzazione deve prevedere degli accorgimenti ecologici e l’impiego di biocidi specifici, in modo da impedire dispersioni nocive nell’ambiente. Inoltre, la derattizzazione deve assicurare ottimi risultati e un elevato livello di protezione.

Questo è il chiaro motivo per cui le esche per topi vengono installate in postazioni precise e protette da involucri. In tal modo, durante il trattamento della derattizzazione, le esche non sono accessibili agli uomini e, soprattutto, agli animali domestici che vivono in casa.

la nostra impresa specializzata nella derattizzazione può vantare una vasta gamma di prodotti autorizzati dal Ministero della Salute e di basso impatto tossico.

Vota qui

Morsi di topi: rischi di infezione

L’emergenza dei topi nelle città comporta rischi insidiosi per i cittadini: in primis si rischia di essere attaccati dai morsi dell’animale, oppure di essere contagiati dai liquidi biologici infetti: urine e feci dei topi.

In caso di contagio è molto importante recarsi subito al pronto soccorso per controlli di ipotetiche contrazioni di malattie come la leptospirosi, che si manifesta con febbre alta e disturbi renali acuti.

ratto foto
La presenza di topi sulle strade della città comporta dei rischi sanitari concreti. Spesso si possono avvistare topi vicino ai cassonetti dell’immondizia o nelle vicinanze dei fiumi. Alcuni studiosi spiegano che i rischi sanitari variano a seconda della specie di topo che si incontra. Un topolino piccolo non compromette in maniera incisiva la salute dell’uomo, ma nel caso di topi di fogna il discorso prende tutta un’altra piega: è molto probabile che il contatto con i liquidi biologici o le feci di ratti di fogna (chiamate spesso pantegane).

Il morso di uno di questa specie di roditori viene spesso paragonato a quello di altri animali randagi come cani oppure ai graffi di un gatto. Ad oggi, per fortuna, le pulci dei topi non rappresentato più un pericolo consistente (le pulci erano portatitici di peste).

È comunque necessario, recarsi al pronto soccorso in caso di contatto con urine e feci. I medici provvederanno a eseguire la vaccinazione antitetanica, a medicare la possibile ferita e ad avviare l’adeguata terapia antibiotica.

Il medico di famiglia non è sufficiente per ricevere tutte le adeguate cure, soltanto l’ospedale è in grado di fornire l’adeguata assistenza medica sanitaria.

Gli infettivologi ricordano che quello dei topi è un problema di igiene e di sanità pubblica di cui si dovrebbe occupare le Asl e ditte appaltanti specialiste nelle derattizzazioni. L’obiettivo ovviamente è di ridurre drasticamente il numero dei ratti e dei topi nelle città, garantendo igiene e sicurezza a tutti i cittadini.

Morsi Topi, Morso Topi, Morsi Di Topi Ai Cani, Morsi Di Topi Di Campagna, Morsi Di Topi Ai Cani, Morsi Di Topi Di Campagna, Morso Dei Topi, Morsi Di Topi Ai Cani, Morsi Di Topi Di Campagna, Cibi Morsi Da Topi, Sognare Morsi Topi

Vota qui

Come allontanare topi di campagne e talpe

Esistono molti rimedi contro le talpe o i topi di campagna: installazioni di piante repellenti con funzione preventiva, sostanze aromatiche, ultrasuoni e trappole. Topi di campagna e talpe, ovviamente, sono molto diversi tra loro, si distinguono in: arvicole e talpe. Anche l’impatto che hanno sulle coltivazioni di orto e giardino è molto differente. Vediamo i rimedi naturali contro talpe e topi di campagna.

talpa foto

Suoni e ultrasuoni

I rumori a specifiche frequenze infastidiscono e allontanano tutti i roditori e non solo talpe e topolini di campagna. Un sistema elementare e di semplice creazione è interrare bottiglie vuote in posizione inclinata: il vento che si infila nella bottiglia produrrà un fischio in grado di infastidire topi e talpe.

Il sistema degli ultrasuoni è ovviamente più tecnologico: esistono semplici dispositivi che si infilano nel terreno nei punti da difendere. Esistono:

  • Modelli alimentati a energia solare.
  • Modelli alimentati a batteria.

Entrambi si acquistano facilmente anche online.

Piante da difesa

Alcune piante sgradite per il loro odore molto intenso possono essere dei validi repellenti contro topi e talpe.La Corona imperiale(Fritillaria),L’erba rogna, la lingua di cane, il ribes nero e persi l’aglio.

Le piante da difesa possono essere usate anche come prevenzione. Basterà posizionare le piante in punti strategici da difendere come il perimetro del giardino e le aiuole fiorite.

Topi di campagna e arvicole:

  • Sono ghiotti di tulipani e delle radici delle bulbose.
  • Non attaccano i narcisi perché contengono un alcaloide velenoso.

Trappole

I rimedi sopra citati non hanno un’efficacia garantita al 100%. Per ridurre la presenza di roditori e talpe nell’orto o nel giardino possono essere necessarie le trappole. Esistono diversi tipologie e basta posizionarle nei punti giusti.

Spesso per semplicità vengono chiamate ‘trappole per talpe’, ma funzionano con tutti i roditori e con le esche si può fare selezione tra topi di campagna e talpe, che hanno alimentazioni differenti.

Vota qui

Rimedi casalinghi contro i topi

I topi riescono ad entrare anche nelle case più pulite, se sentite rumore di picchiettio sul pavimento potreste avere un topo che girovaga per la vostra abitazione. Potrebbe essere nascosto nella cucina, oppure in qualche armadio o in qualche angolo del capannone. Se l’idea di utilizzare esce velenose o trappole mortali è troppo insopportabile, potete contare su alcuni rimedi casalinghi che sono in grado di allontanare i piccoli animali pelosi.

Ovviamente i consigli che seguono non sono applicabili nel caso di una vera propria infestazione da topi, in questo caso è bene rivolgersi ad una azienda professionista come la nostra che vanta esperienza nella disinfestazione e attrezzature specifiche e adeguate.

I primi segnali

Il topo come tanti sanno è un animale notturno che si muove ed agisce sopratutto nel buio dove la luce del sole non arriva. Infatti, raramente i topi vengono avvistati durante il giorno, salvo casi di forti infestazioni. I primi segnali della presenza di topi e ratti in casa sono:

menta

 

  • Nidi: solita,ente i topi utilizzano carta e stoffa per creare dei nidi in posti come scantinati, soffitte, tettoie e cassetti.
  • Odore: il forte odore di muffa è uno dei segnali di un’infestazione di topi in casa.
  • Suono:rumori di passi e suoni come graffi sulle pareti, in particolare di notte, è la certezza della presenza di topi.
  • Fori: dei piccoli fori possono comparire sulle scatole e sulle confezioni presente nella nostra credenza degli alimenti. È consigliabile sempre controllare bene i cibi presenti.
  • Escrementi: le feci dei topi sono umide, morbide, scure e lucide. Con pochi giorni si seccano e diventano di un colore giallastro.

Rimedi casalinghi

Senza utilizzare trappole mortali o bocconi velenosi, vediamo alcuni ri

 

medi che vi aiuteranno sbarazzarvi dei topi e tenerli lontano dalla casa:

  • Menta: è uno dei rimedi più conosciuti per allontanare i topi. Il forte odore di menta piperita o olio di menta peperita scaccerà i topi dalla casa. Basterà spargere foglie di menta o olio in un batuffolo di cotone e spargerlo nei luoghi preferiti dai topi. Se invece, av
    ete individuato il buco da dove entrano ed escono i topi, potete cospargere del dentifricio alla menta: il forte odore disorienta i topi.
  • Foglie d’alloro: disporre le foglie nelle dispense per proteggere i cibi e confezioni.

alloro

Vota qui

Come si effettua una corretta derattizzazione

Una corretta derattizzazione migliora l’ambiente in cui si vive perché una infestazione da topi e ratti può provocare danni economici alla casa e problemi di tipo igenico sanitari come la trasmissione di malattie infettive.

Topi e ratti sono davvero un elemento negativo per molte città italiane e la sanità pubblica: trasmettono patologie a uomini e animali domestici, sporcano l’ambiente con riflessi psicologici negativi e compromettono l’igiene e la sicurezza di locali e abitazioni private.

ratto comune

Molti corti circuiti, inoltre, fughe di gas e molti altri danni collegati ad incendi o esplosioni sono molto spesso causati dalla attività roditoria dei topi. I roditori spesso, infatti, vengono considerati dei veri e propri indicatori ecologici: dimostrano il grado e lo stato di igiene o degrado di un ambienti.La derattizzazione è per questi motivi un intervento di salvaguardia della salute e un’operazione che riequilibra l’ambiente. La derattizzazione ha significato e valore se gli interventi vengono effettuati con un dovuto e costante monitoraggio perché interventi sporadici non sono abbastanza efficaci e non garantiscono la buona riuscita della disinfestazione da topi e ratti.

Corretta derattizzazione

Le prime cose da fare per una corretta derattizzazione è la ricerca dei punti di annidamento per prevedere gli spostamenti; la ricerca delle tracce come escrementi, impronte e rosicchiamenti; e pianificare delle planimetrie per applicare e iniziare la lotta.

In primo luogo vi è l’accertamento dell’infestazione eseguendo la ricerca delle tracce, partendo dagli escrementi: forma, dimensioni e lucidità. L’individuazione degli escrementi è molto importante per determinare la tipologia di specie che ha infestato l’abitazione (Mus domesticus o topolini di campagna).

In alcuni casi anche il forte odore di urina può essere un segnale di un’infestazione avanzata. Come anche d’altra parte il rosicchiamento di pareti, tubature, cavi elettivi.

Dopodiché si passa alla ricerca dei punti di annidamento e delle tane. Molte colonie di topi si stabiliscono in zone dove vi è bassa presenza di attività umana. È importante dunque monitorare le zone interessate ed anche quelle limitrofe per evitare nuovi arrivi di ratti successivamente.

Queste fasi preliminari fanno si che la derattizzazione venga organizzata in modo strategico e la bonifica dell’ambiente avvenga col minor impatto ambientale possibile.

  • Organizzazione
  • Pianificazione
  • Tempi
  • Metodi
  • Attrezzature adeguate
  • Continuo monitoraggio

Queste sono le principali caratteristiche per la riuscita di una corretta derattizzazione, di interventi che tengono conto dell’impatto ecologico e di un servizio con tecniche e mezzi sicuri per le persone che vivono gli ambienti che hanno subito un’infestazione da topi e ratti.

Vota qui

Riconoscere topi o ratti: le differenze 5/5 (2)

Topi e ratti sono potenziali infestatori delle nostre abitazioni e per comprendere e riconoscere le differenze tra di loro bisogna entrare nel merito delle specifiche proprietà e dei danni che questi animali provocano.

Ma qual è la differenza tra topo domestico e ratto?

Esistono tre grandi specie in tutto il pianeta di topo e ratto dannose per case e aziende e sono:

  • Il ratto nero (chiamato anche ratto del tetto o Rattus rattus );
  • Il ratto marrone (chiamato anche ratto comune o di Norvegia o Rattus norvegicus );
  • Il topolino domestico ( Mus domesticus ).

Il topolino di campagna conta moltissime specie in tutto il mondo che sono, però, tra di loro indistinguibili. Oltre alle differenze più visibili e evidenti, come dimensioni e abitudini, tra ratti e topi domestici vi sono caratteristiche ricorrenti: gambe corte, coda lunga e coppia di incisivi nella mascella superiore.
topo o ratto

Il topo domestico

La caratteristica più evidente che contraddistingue il topolino domestico è la sua dimensione: molto più piccolo rispetto al ratto (varia circa dai 3 ai 10 cm di lunghezza).

Anche se il topolino può essere confuso con un ratto di giovane età, presenta delle caratteristiche fisiche ben chiare:

  • Orecchie più grandi del ratto
  • Coda più lunga rispetto al corpo
  • Un ratto giovane, invece, presenta testa, piedi e coda più grandi rispetti al corpo

Il ratto

Il ratto marrone o il ratto di fogna si presenta con un corpo molto grosso, un colore chiaro sulla pancia, coda più corta delle dimensioni del copro, piccole orecchie molto pelose e dalla punta smussata. Mentre il ratto nero o il ratto dei tetti ha un corpo molto più sottile, la coda più lunga del corpo e il muso decisamente appuntito.

Differenze tra ratto e topo

I ratti sono onnivori a differenza dei topolini che mangiano cerali, inoltre, i ratti bevono molta più acqua in confronto dei topolini (3 ml al giorno sono sufficienti). I ratti marroni o di fogna in genere vivono sul terreno o in cunicoli mentre i ratti neri amano le zone litoranee e portuali. Per quel che riguarda i topolini, invece, questi amano nidificare in tane nel terreno; sono anche ottimi arrampicatori e possono percorrere superfici verticali con agilità.

 

Vota qui

Danni causati da topi e ratti 5/5 (1)

Quando la nostra casa viene infestata da ratti e topi è impossibile non accorgersi dei danni che vengono causati da questi animali. I roditori hanno degli incisivi a forma di scalpello che crescono continuamente e gli permettono di rosicchiare qualsiasi cosa: dai cavi elettrici alle condutture di acqua e gas, oppure gli alimenti ancora imbustati. I primi segnali di una infestazione di topi in casa sono la presenza di escrementi e un forte odore simile all’ammoniaca.

I topi, insomma, sporcano molto e soprattutto rosicchiano qualsiasi materiale possibile. Non a caso l’etimologia del loro nome deriva dal latino e significa ‘rodere’: termine che mette in evidenza la loro dentatura particolare, una dentatura che, inoltre, li differenzia da tutti gli altri mammiferi.

infestazione di topi

Il continuo rosicchiare dei topi e ratti è un’esigenza fisiologica e fa parte della loro natura, questo però li porta a causare danni continui in tutto l’ambiente che li circonda. I roditori sono mammiferi e la loro temperatura corporea richiede costanza; il continuo ingurgitare cibo per tutto il giorno è determinato proprio da questo: ogni roditore è costretto a nutrirsi in continuazione per mantenere la temperatura corporea ai livelli adeguati.

I danni causati dai topi non sono soltanto legati al rosicchiamento di cavi, travi e condutture. Ogni anno, in tutto il mondo, si rilevano incendi, malattie e corto circuiti causati proprio dai topi. Gli ultimi studi dichiarano in termini economici i danni e le somme sono cosi ingenti che città, piccoli comuni e anche imprenditori di grosse ditte si ritrovano a dover a che fare con continue derattizzazioni in bilancio per venire a capo del problema.

In Germania l’associazione tedesca FNL ha analizzato le perdite di raccolto: parliamo di circa 100 milioni di euro. Negli Stati Uniti, invece, si spendono 100 milioni di dollari soltanto per il controllo delle infestazioni. Mentre in Inghilterra, gli scienziati dell’O.M.S, dichiarano che i roditori sono la vera causa degli incendi (circa il 25%).

Anche il settore agricolo è danneggiato da molti anni dal problema topi: nelle città i roditori si cibano di tutto vista la grande quantità di immondizia, mentre negli ambienti rurali i topi si nutrono di tutto quello che possono trovare nei campi. In un contesto del genere i topi diventano dei veri e propri parassiti; attaccano serre, orti e giardini distruggendo così futuri raccolti che tradotti in termini economici potrebbero portare a business molto fruttosi.

Vota qui

Escrementi di topo in casa? 5/5 (4)

Come agire quando troviamo escrementi di topo in casa

Sospettate di avere topi in casa? I primi segnali per capire se abbiamo i topi nella nostra casa sono:

      • Presenza di cacca di topo
      • Rumori di graffi nelle pareti e nei controsoffitti (non dimentichiamo che i topi si arrampicano)
      • Trovare impronte di topo
      • Danni causati dal rosicchiamento (i topi mordono qualunque cosa)

Bisogna ricordare che i topi, quando sentono la presenza di persone in casa, si nascondono. Per questo motivo la loro presenza si rileva spesso in ritardo. Se abbiamo notato i principali segnali della presenza dei topi non bisogna esitare e perdere tempo per effettuare una disinfestazione poiché i topi sono vettori di pericolose malattie per l’uomo.

Come pulire gli escrementi di topo

Ogni infestazione è diversa a causa dei differenti tipi di topo (topo di campagna, Rattus Rattus, topo selvatici, arvicole, Rattus Norvegicus). È importante dunque adottare fin da subito alcuni metodi efficaci per pulire a fondo e igienizzare il posto in cui abbiamo rinvenuto
gli escrementi di topo.
Prima di tutto dobbiamo rimuovere con cura tutti gli escrementi, dopodiché possiamo passare alla disinfestazione utilizzando i seguenti prodotti:

      • Candeggina – per sfruttare a pieno il potere della candeggina dobbiamo utilizzarla pura. Il problema è che la candeggina pura può risultare dannosa sui tessuti e superfici delicate. L’alternativa è diluirla con nell’acqua oppure mescolarla con un disinfestante per bagno.
      • Aceto bianco – in alternativa alla candeggina c’è la possibilità di utilizzare una sostanza naturale contro gli escrementi di topo, l’aceto bianco. L’aceto è un buon disinfestante ma ha un odore acre e non può essere utilizzato sulle pietre naturali visto che è un acido.
      • Disinfestanti – ovviamente ogni tipo di disinfestante che si trova in commercio può andar bene per disinfestare la cacca di topo. È importante comunque leggere le indicazione dei prodotti prima di usarli su ogni superficie.

Escrementi e topi

La presenza di escrementi è la prova inconfutabile per confermare che la nostra abitazione sia stata infestata dai topi. Anche se sgradevole, esaminare gli escrementi può aiutare ad identificare quale tipo di roditore sta infestando la nostra casa.cacca di topi

      • Topo Domestico: quantità di 50-75 granuli quotidiani, dimensione di 0,6 cm in lunghezza con le estremità appuntite.
      • Ratto Grigio detto “topo di fogna”: quantità di 40 a 50 granuli giornalieri, lunghezza escrementi di 1,9 cm, forma rettangolare con estremità a punta e raggruppati in piccoli mucchi.
      • Ratto dei tetti: quantità 40 a 50 granuli ogni giorno, di 1,3 cm di lunghezza, a forma di salsiccia con le estremità appuntite.

 

Vota qui

Quanto costa una derattizzazione? 5/5 (3)

Qual è il costo di una derattizzazione?

Sul mercato ci sono diverse offerte per quanto riguarda il prezzo di una disinfestazione dai topi; i prezzi derattizzazione variano, ovviamente, dalle dimensioni dell’immobile da disinfestare. Affidandosi alla nostra azienda avrete la certezza e la garanzia di ottimi risultati oltre alla sicurezza e la professionalità dei mezzi utilizzati. I nostri professionisti non si limitano ad un singolo intervento, ma ad una serie di interventi effettuati per un periodo di tempo per eliminare i topi. Questo perché una singola operazione di derattizzazione può non essere sufficiente a stanare ed eliminare l’intera colonia di topi presenti nell’abitazione o nel condominio. Se la colonia di roditori è molto numerosa, diventa praticamente impossibile debellarla con i metodi fai da te o con le varie trappole esistenti. In questo caso è utile sapere che il prezzo della derattizzazione varia anche in base alla portata dell’intervento effettuano.

[contact-form-7 id=”570″ title=”Senza titolo”]

immagine topo

Costo e prezzo derattizzazione: quali fattori influiscono

In alcune città, in particolare per i condomini, la derattizzazione è un obbligo sancito dal regolamento comunale e dalle ordinanze del Sindaco. In questo caso il costo disinfestazione topi può essere contenuto per ogni singolo condomino, visto che, ovviamente, la spesa viene divisa per tutti i proprietari. Come già detto gli interventi ripetuti sono quelli più efficienti ed efficaci nel caso sia presente una colonia di roditori numerosa. Naturalmente il costo di derattizzazione

si abbassa notevolmente se si opera su ambienti di dimensioni ridotte, come per esempio una casa. Nel caso si effettua la derattizzazione su un’abitazione possono essere sufficienti anche due interventi solamente, effettuati però a distanza temporale ravvicinata.

Attuando una pulizia su tutta la casa, inoltre, faciliteremo la riuscita della disinfestazione. Cosi facendo il prezzo derattizzazione si abbasserà notevolmente. Per maggiori informazioni sui costi di derattizzazione, sulla efficacia degli interventi e sui metodi utilizzati, contatta i nostri tecnici specializzati. Dopo aver valutato la situazione riceverai tutte le informazioni necessarie per attuare la derattizzazione nella tua abitazione per tutti i vari tipi di topi. Non esitare a metterti in contatto con noi poiché i roditori possono trasmettere anche pericolose malattie per l’uomo.

Prezzi e richiesta di preventivo gratuito

Naturalmente il prezzo della derattizzazione varia a seconda dell’ambiente in cui si necessita di operare: maggiori saranno le dimensioni, superiori saranno i costi di disinfestazioni da topi. In genere il costo per una abitazione varia dai 100 ai 160 euro in base ai tipi di trattamenti che si effettuano.

prezzi disinfestazione topi

I trattamenti ripetuti sono quelli più efficaci poichè riescono a sterminare intere colonie di roditori. Uccidere molti topi può essere un’operazione estremamente difficile se non si interviene con molteplici interventi in un breve periodo di tempo. Se consideriamo un condominio di normali dimensioni, in due mesi, con soltanto 4 interventi, si può estinguere il problema con un costo che si aggira intorno ai 400 euro. Mentre una disinfestazione annuale, con un intervento al mese, il costo complessivo si aggira intorno ai mille euro annui (da dividere ovviamente tra tutti i condomini).

Per maggiori informazioni sui costi di derattizzazioni nella tua città c’è la possibilità di richiedere un preventivo in maniera del tutto gratuita!

La richiesta è molto semplice da effettuare: inserisci le tue generalità nel form presente su questa pagina ed invialo. Oppure chiama il numero telefonico indicato su questo sito. I nostri collaboratori nel giro di poco tempo ti invieranno tutte le informazioni ed i costi precisi per effettuare la tua derattizzazione.

Per conoscere i costi di altri tipi di disinfestazioni che non riguardano i topi consulta il listino prezzi sulle disinfestazioni.

Vota qui